Un Palermitano eletto “parkrunner Italiano del mese di Luglio”

Ogni mese tra tutti i parkrunner italiani ne viene scelto uno, volontario o corridore, che si è distinto.

Il parkrunner del mese di luglio è Roberto Palazzotto, studente della Laurea Magistrale d’Ingegneria Gestionale presso l’Università degli Studi di Palermo.
Roberto ha sempre amato la corsa, ma non avrebbe mai pensato che la corsa potesse cambiarlo radicalmente. Grazie a parkrun ha trovato uno stimolo per allenarsi più volte a settimana e così ha cominciato a correre il parkrun sempre più velocemente siglando Personal Best di sabato in sabato, ma ha cominciato a correre anche sempre più km raggiungendo il massimo traguardo a cui qualsiasi runner aspira: correre una maratona!
Ciò che ha colpito di più Roberto riguardo parkrun è stata l’inclusività, parkrun non è per gli sportivi ma per tutti, si può correre ma anche camminare e nessuno metterà mai fretta, anzi l’applauso maggiore va proprio agli ultimi arrivati. A parkrun tutti sono benvenuti, grandi, piccini, cani al guinzaglio, mamme con il passeggino. A Uditore parkrun dopo la corsa/camminata sempre i partecipanti rimangono un poco a scambiare 2 chiacchiere (o a mangiare qualche torta!!), è un ambiente veramente familiare.
Roberto si è guadagnato il prestigioso titolo di parkrunner del mese, non solo grazie alla sua perseveranza nella corsa e ai risultati ottenuti ma anche grazie all’attività di volontariato, infatti Roberto ha corso 30 parkrun ed è stato 12 volte volontario ricoprendo diversi ruoli sempre con la massima serietà ed efficienza. Ha persino portato gli amici parkrunner a cimentarsi, nel dopo corsa, con delle sfide a scacchi, grazie alle sue doti di maestro della disciplina ed alla presenza di una scacchiera gigante nel parco.
Ma cos’è parkrun?

Come si legge nel blog http://blog.parkrun.com/it/2016/12/18/parkrun-correre-tutti-i-sabato-mattina-in-14-paesi-diversi/

parkrun (si, si scrive tutto in minuscolo) è una corsa gratuita cronometrata di 5km che si svolge ogni sabato mattina in 16 paesi. Oggi coinvolge più di 3 milioni di partecipanti, ed è considerato da ormai 10 anni l’evento riguardante la corsa più popolare nel regno unito. E’ un evento completamente gratuito in cui un team di volontari dirige la corsa, preparando il percorso, cronometrando, registrando i risultati, scattando foto, incitando i corridori e infine pubblicando i risultati nel sito www.parkrun.it. Chiunque può essere volontario, infatti non è raro che gli stessi corridori per qualche sabato decidano di essere volontari loro stessi. Non è una gara, ma una semplice corsa/camminata in compagnia, si può correre veloci ma si può anche camminare: a parkrun chiunque è ben accetto.

Partecipare è semplicissimo: basta andare sul sito, registrarsi, stampare il barcode e portarlo il sabato mattina nel luogo dell’evento.

Quando è nato parkrun?

Tutto è nato nel 2004 da un’idea di Paul Sinton-Hewitt a Bushy Park a Londra. Il boom avvenne nel 2007 e da lì a poco Paul vinse il Runner’s World ‘Heroes of Running’ per la filantropia del lavoro svolto. Da allora parkrun si è diffuso anche in Australia, Danimarca, Irlanda, Polonia, Russia, Nuova Zelanda, Sud Africa, Regno Unito, Singapore, Repubblica Ceca, Stati Uniti, Italia, Francia, Canada, Norvegia e Svezia.
parkrun arriva in Italia
Nel 2015 Giorgio Cambiano, ingegnere e ultramaratoneta palermitano, scopre parkrun a Londra, si innamora subito di questo evento e chiede con insistenza di incontrare il fondatore di parkrun Paul Sinton-Hewitt per ottenere il via libera per fondare parkrun in Italia. Il 23 maggio 2015 al parco Uditore di Palermo apre i battenti il primo parkrun Italiano, quel giorno erano presenti solo 6 corridori, oggi parkrun Italia vanta più di 1500 registrati!

Oltre che nel parco Uditore e in quello della Favorita di Palermo, infatti, i parkrun si ritrovano a Rimini nel parco Marecchia, a Milano nel parco Nord, al parco della Storga di Treviso e presto, il 30 settembre, parkrun farà il suo debutto a Firenze.
Per maggiori informazioni su parkrun rimandiamo alla pagina Facebook: parkrun Italia o all’account Instagram parkrun.it .

 

Per contattare Roberto Palazzotto chiedete a Marco Calì 3395975411

Lascia un Commento